Sicurezza alimentare: il sistema di allarme rapido RASFF festeggia 35 anni con un nuovo portale dei consumatori

La Commissione europea ha presentato la relazione annuale sul sistema di allarme rapido per gli alimenti e i mangimi (RASFF) e il nuovo portale web dei consumatori.

 
Da 35 anni RASFF svolge un importante ruolo di tutela della sicurezza alimentare in Europa. Grazie a questo sistema, è possibile rintracciare e ritirare i prodotti oggetto di frode alimentare.
 
La rete RASFF agevola il flusso transfrontaliero di informazioni, permettendo agli Stati membri e alla Commissione di scambiarsi informazioni rapidamente quando si rilevano rischi per la salute pubblica nella catena alimentare umana e animale. Presso tutti i membri del RASFF (UE-28, Commissione, EFSA, ESA, Norvegia, Liechtenstein, Islanda e Svizzera) il servizio è attivo 24 ore su 24, per garantire che le notifiche urgenti siano inviate, ricevute e ottengano risposta in modo collettivo ed efficace.
 
Dalla relazione annuale emerge che nel 2013 sono state trasmesse attraverso il sistema RASFF 3205 notifiche originali, delle quali 596 sono state classificate come allarme, 442 come informazioni per follow-up, 705 come informazioni per attenzione e 1462 come notifiche di respingimento alla frontiera.
 
Delle 3205 notifiche originali trasmesse nell’ambito del RASFF nel 2013, la stragrande maggioranza (2 710, 84,6 %) riguardava prodotti alimentari, 272 riguardavano mangimi (8,5 %) e 223 (6,9 %) i materiali a contatto con gli alimenti.
 
Contestualmente alla pubblicazione delle relazione, la Commissione ha presentato il nuovo portale RASFF dei consumatori, che fornisce loro l'accesso a informazioni sugli avvisi di richiamo e sulle segnalazioni pubbliche delle autorità sanitarie e degli operatori del settore in un determinato paese dell’UE.
 
Per approfondimenti: Commissione europea - Comunicato stampa