Programma UE per la salute (EU4Health) 2021-2027

Azioni: 

Il programma può finanziare vari tipi di azione:

  • sostegno e consulenza su misura e specifici per paese destinati ai paesi o gruppi di paesi con le esigenze più pressanti, tramite gemellaggi, pareri di esperti e sostegno tra pari, ecc.;
  • programmi di formazione e di scambio per il personale medico e sanitario;
  • nuovi meccanismi, ad esempio per gli appalti di beni e servizi necessari alla prevenzione e alla gestione delle crisi sanitarie;
  • audit riguardanti ad esempio i dispositivi di preparazione e risposta degli Stati membri (quali la gestione delle crisi, la resistenza antimicrobica, la vaccinazione) per garantirne l'efficacia;
  • sperimentazioni cliniche per accelerare lo sviluppo e l'autorizzazione di farmaci e vaccini innovativi, sicuri ed efficaci, e l'accesso ai medesimi;
  • collaborazione e partenariati transfrontalieri, anche in regioni transfrontaliere, in vista del trasferimento e del potenziamento di soluzioni innovative, comprese quelle digitali, ad esempio attraverso le reti di riferimento europee (ERN);
  • creazione e coordinamento di laboratori di riferimento e di centri di eccellenza dell'Unione;
  • investimenti in progetti precursori per iniziative ad alto valore aggiunto e in infrastrutture sanitarie critiche;
  • diffusione, gestione e manutenzione delle infrastrutture di servizi digitali;
  • attività di analisi quali studi, raccolta dati e valutazione comparativa.

L'elenco completo delle possibili azioni figura nell'allegato I della proposta relativa al programma "UE per la salute".

Paesi partecipanti: 

Stati membri

Obiettivi: 

Il programma mira a contribuire in modo significativo alla ripresa post COVID-19 migliorando la salute dei cittadini dell'UE, aumentando la resilienza dei sistemi sanitari e promuovendo l'innovazione nel settore sanitario. Il programma vuole colmare le lacune evidenziate dalla crisi del COVID-19 e garantire che i sistemi sanitari dell'UE siano sufficientemente resilienti per far fronte a nuove e future minacce per la salute.

La pandemia di Covid-19 ha evidenziato la necessità di aumentare sensibilmente la preparazione e la capacità dell'UE di rispondere efficacemente alle principali minacce sanitarie a carattere transfrontaliero.

 

In particolare ha dimostrato che l'UE necessita:

  • di un maggiore coordinamento tra gli Stati membri durante una crisi sanitaria;
  • di una maggiore capacità, a livello di UE, di prepararsi alle crisi sanitarie e di combatterle, e
  • di maggiori investimenti nei sistemi sanitari per far sì che siano pronti alle sfide di domani.

Con il programma EU4Health l'UE avrà d'ora ha la possibilità di:

  • investire nella costituzione di riserve di forniture mediche in caso di crisi;
  • creare una riserva di personale sanitario e di esperti che possano essere mobilitati per prevenire crisi sanitarie o per rispondervi in tutto il territorio dell'UE;
  • formare professionisti del settore sanitario affinché siano mobilitati in tutta l'UE;
  • intensificare la sorveglianza delle minacce sanitarie, 
  • aumentare la resilienza dei sistemi sanitari per garantire migliori risultati per la salute di tutti.

Ciò consente all'UE di disporre di un maggior numero di strumenti più efficaci per intraprendere un'azione rapida, decisiva e coordinata con gli Stati membri sia per quanto riguarda la preparazione alle crisi che la loro gestione, migliorando al tempo stesso il funzionamento e le prestazioni dei sistemi sanitari dell'UE in generale.

 

Il programma "UE per la salute" persegue tre obiettivi generali:

  • proteggere le persone nell'UE dalle gravi minacce sanitarie a carattere transfrontaliero e migliorare la capacità di gestione delle crisi;
  • assicurare la disponibilità e l'accessibilità economica di farmaci, dispositivi medici e altri prodotti di rilevanza per la crisi e sostenere l'innovazione;
  • rafforzare i sistemi sanitari e il personale sanitario anche investendo nella sanità pubblica, ad esempio mediante programmi di promozione della salute e di prevenzione delle malattie, e migliorando l'accesso all'assistenza sanitaria.

Oltre alla preparazione e alla risposta alle crisi, il programma risponde ad altre importanti sfide che i sistemi sanitari si trovano ad affrontare a lungo termine, in particolare:

  • le disuguaglianze in termini di stato di salute tra gruppi demografici, paesi e regioni, e l'accesso a servizi di assistenza sanitaria preventiva e terapeutica di buona qualità e a prezzi accessibili;
  • l'onere derivante dalle malattie non trasmissibili, in particolare il cancro; la salute mentale, le malattie rare e i rischi connessi ai determinanti della salute;
  • la distribuzione disomogenea delle capacità dei sistemi di assistenza sanitaria;
  • gli ostacoli all'ampia diffusione e all'uso ottimale delle innovazioni digitali nonché al loro potenziamento;
  • l'aumento degli oneri sanitari derivanti dal degrado e dall'inquinamento dell'ambiente, riguardanti in particolare la qualità dell'aria, dell'acqua e del suolo, come pure dai cambiamenti demografici.

Integrazione con altri programmi UE

Con l'adozione del programma "UE per la salute" la Commissione adegua la proposta relativa al Fondo sociale europeo Plus (FSE+), integrandone pienamente la componente Salute in EU4Health.

Sebbene "UE per la salute" sia il programma più ambizioso mai varato in campo sanitario, nel prossimo bilancio a lungo termine saranno anche effettuati importanti investimenti nella sanità attraverso altri strumenti di finanziamento che opereranno in sinergia con EU4Health:

  • il Fondo sociale europeo Plus (FSE+) per il sostegno ai gruppi vulnerabili nell'accesso all'assistenza sanitaria;
  • il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per il miglioramento delle infrastrutture sanitarie regionali;
  • Orizzonte Europa per la ricerca e l'innovazione in campo sanitario;
  • rescEU per la costituzione di scorte di forniture mediche di emergenza,
  • il programma Europa digitale per la creazione dell'infrastruttura digitale necessaria per gli strumenti sanitari digitali.

Il coordinamento trasversale dei programmi e la condivisione di obiettivi tra le politiche saranno fondamentali.

 

EU4Health sosterrà la ricerca e l'innovazione operando in coordinamento con Orizzonte Europa, il principale programma di ricerca e innovazione dell'UE, che comprende un polo tematico "Sanità". Orizzonte Europa finanzia la ricerca e l'innovazione su temi quali la salute lungo tutto l'arco della vita, i determinanti ambientali e sociali della salute, le malattie rare e non trasmissibili, le malattie infettive, gli strumenti, le tecnologie e le soluzioni digitali per la salute e le cure e i sistemi di assistenza sanitaria. Comprende anche una missione di ricerca e innovazione sul cancro, una delle principali priorità della Commissione in materia di politica sanitaria. Il programma "UE per la salute" contribuisce a garantire il miglior uso dei risultati della ricerca e a facilitare l'adozione, l'ulteriore sviluppo e la diffusione dell'innovazione in materia di salute nei sistemi sanitari e nella pratica clinica.

 

Beneficiari: 

"UE per la salute" sarà attuato dagli Stati membri, dalle organizzazioni non governative e dalle organizzazioni internazionali che possono richiedere finanziamenti dell'UE sotto forma di sovvenzioni, premi e appalti, nonché dalla Commissione europea e dalle agenzie esecutive dell'UE in regime di gestione indiretta.

Le agenzie dell'UE, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), l'Agenzia europea per i medicinali (EMA), l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) svolgeranno un ruolo fondamentale nella difesa dell'Europa contro le gravi minacce sanitarie a carattere transfrontaliero e le pandemie, sia per quanto riguarda la prevenzione sia sul fronte della gestione delle crisi. Le azioni del programma integreranno e potenzieranno le attività di queste agenzie dell'UE.

Finanziamento: 

Tramite il programma "UE per la salute" la Commissione propone di investire 9,4 miliardi di euro per il rafforzamento dei sistemi sanitari. A titolo di paragone, nella precedente proposta della Commissione alla componente Salute del Fondo sociale europeo Plus era destinato un importo di 413 milioni di euro. I finanziamenti proverranno in parte dal bilancio dell'UE (1,7 miliardi di euro) e in parte dalle entrate con destinazione specifica esterne derivanti dalle operazioni di assunzione di prestiti dell'Unione, come stabilito nel regolamento relativo allo strumento dell'UE per la ripresa (7,7 miliardi di euro). Non vi sarà alcuna preassegnazione per nessuno degli obiettivi menzionati nel programma. La distribuzione sarà concordata durante l'attuazione del programma "UE per la salute".

Altre scadenze: 
Durata: 

2021-2027

Documentazione: 

Proposta di REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO relativo all'istituzione di un programma d'azione dell'Unione in materia di salute per il periodo 2021-2027 e che abroga il regolamento (UE) n. 282/2014 ("programma 'UE per la salute'") (EU4Health) - Bruxelles, 28.5.2020 - COM(2020) 405 final

Domande e risposte sulla proposta del nuovo programma del 28 maggio 2020

Scheda informativa sul programma in lingua inglese

 

Tipo programma: 
2021-2027
Argomento: