Il Parlamento Europeo adotta il bilancio UE per il 2016

Il Parlamento Europeo approva in via definitiva il Bilancio UE 2016.

 
Il 25 novembre 2015 il Parlamento Europeo ha adottato in via definitiva il bilancio UE 2016 con 516 voti favorevoli, 179 contrari e 8 astensioni. Per l'anno 2016 vengono previsti stanziamenti d'impegno pari a 155 miliardi di euro e 143,9 miliardi di euro in stanziamenti di pagamento. Il Parlamento ha sottolineato il massimo impegno per il finanziamento della gestione dell'emergenza migratoria, delle piccole e medie imprese, degli studenti e del programma di ricerca UE Orizzonte 2020. Nel dettaglio il Parlamento ha stanziato per:
Rifugiati e immigrazione: l'accordo prevede lo stanziamento di 1,6 miliardi di euro come previsto nella proposta originale della Commissione Europea. Si richiede inoltre che il tema dell'immigrazione venga affrontato con tutte le risorse disponibili sia all'interno che all'esterno dei confini europei.
Concorrenza e lavoro: sono previste risorse extra per il finanziamento di piccole e medie imprese (14,3 milioni di euro), per il finanziamento di Orizzonte 2020 (184,5 milioni di euro) e per le infrastrutture per collegare l'Europa (150 milioni di euro) che vanno a ripristinare parte del denaro che era stato in un primo momento riallocato nel fondo per gli investimenti  e in risorse economiche al programma di studi Erasmus+ (6.6 milioni di euro).
Inoltre, il Parlamento ha convinto il Consiglio e la Commissione a confermare l'impegno anche nel 2016 per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile.