Occupazione: monitoraggio UE dei posti di lavoro disponibili

L’ultima edizione del "European Vacancy Monitor" indica che nel mercato del lavoro europeo cresce il divario Nord-Sud.

 
"European Vacancy Monitor" è un bollettino trimestrale pubblicato dalla Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali e Inclusione che, insieme ai rapporti "European Job Mobility Bulletin" e "European Vacancy and Recruitment Report" fornisce un monitoraggio sugli sviluppi del mercato del lavoro in UE e dei posti di lavoro disponibili.
 
Il Rapporto di febbraio 2014 rivela una carenza di richiesta di lavoro in Paesi quali Austria, Danimarca, Svezia, Estonia e Lettonia, mente la competizione per i posti di lavoro è in crescita in Paesi quali la Grecia, la Slovacchia e la Spagna.
 
Il Rapporto sottolinea inoltre i punti di forza e di debolezza nel settore della selezione del personale per i Paesi meridionali, e mette in guardia sulla necessità di attuare misure per aiutare i giovani a trovare lavori qualificati, incrementando in tal modo la produttività lavorativa. Il monitoraggio conferma la stagnazione nella domanda di lavoro nella UE nel secondo trimestre del 2013, ad eccezione del settore pubblico che registra un leggero incremento del numero di posti vacanti. Nel complesso, dunque, le assunzioni sono diminuite del 4%, in misura maggiore rispetto al trimestre precedente.
 
Fonte: Commissione europea