Occupazione giovanile. Il Consiglio UE raggiunge un accordo sulla "Garanzia per la gioventù"

Il 28 febbraio 2013 il Consiglio ha raggiunto un accordo politico sull’introduzione di un meccanismo di Garanzia per la gioventù che assicuri ai giovani disoccupati di ricevere in tempi brevi un’offerta di lavoro o di formazione.

Tutti i giovani di età inferiore ai 25 anni che abbiano perso il proprio lavoro o che non abbiano trovato un'occupazione dopo il termine di un ciclo di istruzione, dovrebbero ricevere entro 4 mesi una offerta di lavoro, di prosecuzione dell’istruzione scolastica, di apprendistato o di tirocinio di qualità elevata.

Gli Stati membri dovrebbero implementare il meccanismo il prima possibile, preferibilmente entro il 2014.
La Garanzia per la gioventù è una risposta alla grave situazione dell'occupazione giovanile in Europa, dove è in crescita il numero di giovani disoccupati e che non seguono corsi di istruzione o formazione, i cd. "NEETs" (Not in Employment, Education or Training)

Parte del meccanismo di finanziamento sarà sostenuto con fondi UE che saranno rafforzati da una nuova iniziativa che stanzierà 6 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.
Guarda il video di presentazione della Garanzia per la gioventù.
Fonte: Consiglio dell'Unione europea