Lotta antifrode. Pubblicata la relazione 2013 dell'OLAF

Il 29 aprile 2014 l'OLAF (Ufficio europeo per la Lotta Antifrode) ha presentato la relazione annuale che sintetizza i risultati conseguiti nel 2013.

 
L'OLAF si occupa di tutelare gli interessi finanziari dell'Unione europea svolgendo indagini sulle frodi, la corruzione e ogni altra forma di attività illecita ed assiste le istituzioni dell'UE nell'elaborazione e attuazione della legislazione e delle strategie antifrode.
 
La 14ma relazione annuale sulla lotta alle frodi mostra che nel 2013 sono stati conseguiti i migliori risultati degli ultimi anni. Nel 2013 l'OLAF ha ricevuto il maggior numero di segnalazioni potenzialmente rilevanti dal punto di vista investigativo da quando è stato creato: 1294 (il 35%  di segnalazioni in più rispetto a 5 anni fa). Questo incremento dimostra una maggiore attenzione rivolta da cittadini, e istituzioni alle problematiche inerenti alle frodi, nonché una maggiore fiducia nelle capacità investigative dell'OLAF.
 
Nel 2013 sono state inoltre portate a termine 293 indagini. La durata media di un'indagine è scesa a 21,8 mesi. Si tratta della più breve durata media d'indagine da oltre cinque anni a questa parte.
 
L'OLAF ha poi assistito la Commissione europea nell'elaborazione della legislazione e delle strategie antifrode. L'Ufficio ha fornito un sostanziale contributo tecnico per l'elaborazione della proposta legislativa della Commissione sull'istituzione di una procura europea (European Public Prosecutor’s Office), presentata in luglio. Questa iniziativa contribuirà a garantire che le frodi a danno del bilancio dell'UE vengano perseguite in maniera coerente in tutta Europa, e che gli autori siano consegnati alla giustizia.
 
Per approfondimenti: Comunicato stampa