Lanciato il progetto "SOLVIT in Comune"

I Comuni sono invitati a presentare la propria candidatura per essere sede di uno dei venti incontri programmati a livello territoriale.

Il Dipartimento Politiche Comunitarie ha lanciato il progetto "SOLVIT in Comune", in collaborazione con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (SSPAL) e l'Assocazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e invita i Comuni a presentare la propria candidatura per essere sede di uno dei venti incontri programmati a livello territoriale.

Il SOLVIT è una rete europea che ha come obiettivo la tutela dei cittadini e delle imprese dai problemi che possono derivare dalla non corretta applicazione delle norme europee da parte delle pubbliche amministrazioni dei vari Stati membri, in settori quali, ad esempio, l'iscrizione anagrafica dei cittadini comunitari, la sicurezza sociale, l'accesso all'istruzione. In Italia, il Centro SOLVIT nazionale opera presso il Dipartimento Politiche Comunitarie.

Il progetto "SOLVIT in Comune" prevede venti giornate formative, una per Regione, con la presenza di un esperto SOLVIT del Dipartimento, organizzate sulla base delle candidature presentate dai Comuni. Verrà data preferenza alle richieste ricevute dai Comuni capoluogo di Regione e di Provincia, in base all'ordine di arrivo delle domande di adesione.

Il corso è rivolto a funzionari dell'URP e degli uffici che si occupano a livello locale delle problematiche affrontate dal SOLVIT.

Gli incontri si propongono di favorire la conoscenza e l'utilizzo su tutto il territorio nazionale del servizio europeo SOLVIT e di accrescere la collaborazione con i Comuni per garantire efficacia e rapidità nella trattazione dei reclami sottoposti dai cittadini e imprese al centro SOLVIT italiano.

Informazioni aggiuntive sulle modalità di presentazione della candidatura sono disponibili al sito web del Dipartimento.