Giustizia: consultazione pubblica per superare i problemi giuridici delle famiglie internazionali

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica sulle azioni da intraprendere per risolvere i problemi delle coppie internazionali, formate da coniugi di nazionalità diverse, nelle controversie transfrontaliere in materia matrimoniale e di affidamento dei minori.

 
Il 15 aprile 2014 la Commissione europea ha pubblicato una relazione che evidenzia i problemi giuridici delle famiglie internazionali. Pur riconoscendo all'attuale normativa (Regolamento 2201/2003) il merito di aver significativamente migliorato la situazione dei cittadini nel risolvere le loro controversie transfrontaliere in materia matrimoniale e di responsabilità genitoriale, la relazione della Commissione mette in luce anche alcune importanti carenze nel quadro giuridico attualmente in vigore.
 
Al fine di vagliare le possibili soluzioni, la Commissione ha avviato una consultazione pubblica per raccogliere idee e commenti sull'attuale normativa. La consultazione è aperta fino al 18 luglio 2014.
 
La Commissione ha inoltre lanciato una campagna di sensibilizzazione a livello europeo per fornire informazioni mirate alle famiglie internazionali sulla sottrazione transfrontaliera di minori ad opera di un genitore e sull'affidamento dei figli e i diritti di visita, allo scopo di migliorare la conoscenza dei loro obblighi e dei loro diritti.
 
Per approfondimenti: Commissione europea - Comunicato stampa