EU4FairWork: la Commissione lancia una campagna per affrontare il problema del lavoro sommerso

La Commissione europea lancia la prima campagna europea a favore del lavoro dichiarato, nell'ambito della quale collaborerà con la piattaforma europea contro il lavoro sommerso e l'Autorità europea del lavoro.

 

L'obiettivo  è quello di sensibilizzare i lavoratori, le imprese e i responsabili politici al fatto che il lavoro sommerso non paga, ma priva i lavoratori della protezione sociale, distorce la concorrenza tra le imprese e genera buchi enormi nelle finanze pubbliche.

Una nuova indagine speciale Eurobarometro illustra l'entità del problema: un europeo su 10 dichiara di aver acquistato l’anno scorso beni o servizi che potrebbero essere stati il frutto di lavoro sommerso e un terzo dei cittadini europei conosce qualcuno che lavora in nero.

La Commissione lavorerà insieme alla piattaforma europea contro il lavoro sommerso e all'Autorità europea del lavoro.
 
Per maggiori informazioni consultare il comunicato stampa della Commissione europea.

AllegatoDimensione
Image icon euro-427531_1920.jpg181.99 KB