La Commissione europea adotta una nuova strategia sulla parità di genere

La strategia mira a sfruttare meglio il potenziale delle donne per realizzare gli obiettivi socioeconomici generali dell'UE.

Il 21 settembre 2010 la Commissione europea ha adottato una strategia quinquennale per la promozione della parità fra uomini e donne in Europa. La strategia mira in particolare a sfruttare meglio il potenziale delle donne, contribuendo così a realizzare gli obiettivi socioeconomici generali dell'UE, e traduce i principi definiti nella Carta delle donne della Commissione europea in misure specifiche che puntano tanto ad aumentare la presenza femminile nei consigli di amministrazione delle società quanto a combattere la violenza di genere.

La strategia prevede una serie di azioni basate su cinque priorità:

  1. l'economia e il mercato del lavoro,
  2. la parità salariale,
  3. la parità nei posti di responsabilità,
  4. la lotta contro la violenza di genere
  5. la promozione della parità all'esterno dell'UE.

Le misure specifiche mirano a:

  • attirare più donne nel mercato del lavoro e contribuire a realizzare l'obiettivo di un tasso di occupazione complessivo del 75% per uomini e donne fissato nella strategia Europa 2020;
  • proporre iniziative mirate affinché più donne occupino posti di responsabilità nel settore economico;
  • promuovere l'imprenditorialità femminile e il lavoro autonomo;
  • istituire una Giornata europea per la parità salariale per sensibilizzare l'opinione pubblica sul fatto che in Europa le donne continuano a guadagnare in media circa il 18% in meno degli uomini;
  • collaborare con tutti gli Stati membri per combattere la violenza contro le donne, e specialmente per eradicare le pratiche di mutilazione genitale femminile in Europa e nel mondo.

La Commissione europea si impegnerà inoltre in un dialogo annuale sulla parità di genere ad alto livello, a cui parteciperanno il Parlamento europeo, le presidenze del Consiglio europeo, i partner sociali europei e la società civile per valutare i progressi compiuti nell'attuazione della strategia.

Fonte: Europa - Rapid