Approvato dalla Commissione europea il regime di garanzia dell'Italia da 100 milioni di euro in materia di aiuti di stato a sostegno delle PMI nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura che risentono dell'emergenza del coronavirus

La Commissione europea ha approvato un regime italiano di aiuti di Stato per 100 milioni di euro per sostenere le piccole e medie imprese (PMI) nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura nel contesto della pandemia di coronavirus.

Il regime è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato adottato dalla Commissione il 19 marzo 2020 e modificato il 3 aprile 2020.

In applicazione di tale regime il sostegno alle PMI sarà fornito dall'ente pubblico ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) sotto forma di:

  • garanzie di Stato sui prestiti per gli investimenti e per il capitale di esercizio;
  • oppure di sovvenzioni dirette sotto forma di rinuncia alla commissione applicabile alle garanzie concesse.

Il regime, che sarà aperto alle PMI operanti nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura, consentirà loro di accedere ai mezzi finanziari necessari per sopperire al fabbisogno immediato di capitale di esercizio e d'investimenti e continuare a portare avanti le loro attività.

Per ulteriori informazioni consultare il comunicato stampa pubblicato su RAPID.