Anno europeo dei cittadini 2013: aperto il dibattito pubblico sul futuro dell’Europa

Il 2013 è stato istituito "Anno europeo dei cittadini" con decisione del Parlamento europeo e del Consiglio, su proposta dalla Commissione, pubblicata il 23 novembre 2012 nella Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea.
A vent'anni dal Trattato di Maastricht e dall'introduzione della cittadinanza europea, l'anno europeo sarà l'occasione per presentare le politiche e i programmi esistenti e spiegare ai cittadini come beneficiare direttamente dei diritti dell'Unione. Sarà inoltre lanciato un ampio dibattito pubblico sull'Unione Europea del futuro e sulle riforme necessarie per migliorare la vita quotidiana dei cittadini europei. L'Anno europeo dei cittadini sarà ufficialmente inaugurato il 10 gennaio 2013 a Dublino con un dibattito pubblico, in concomitanza con l'inizio della presidenza irlandese del Consiglio.
L'Anno europeo dei cittadini si propone di:

  • rafforzare la consapevolezza dei cittadini dell'Unione in merito al loro diritto di circolare e di soggiornare liberamente all'interno dell'Unione europea e più in generale ai diritti garantiti ai cittadini dell'Unione allorché si trovano in un altro Stato membro, compreso il diritto di partecipare alla vita democratica dell'Unione;
  • rafforzare la consapevolezza dei cittadini dell'Unione in merito alle modalità con le quali possono concretamente beneficiare dei diritti e delle politiche dell'Unione allorché risiedono in un altro Stato membro e promuovere la loro partecipazione attiva a forum civici sulle politiche e su problematiche dell'Unione;
  • stimolare un dibattito sulle conseguenze e sulle potenzialità del diritto di circolare liberamente quale aspetto inalienabile della cittadinanza dell'Unione, in
    particolare in termini di rafforzamento della coesione sociale e della comprensione reciproca tra i cittadini dell'Unione, nonché del legame tra i
    cittadini e l'Unione.

In Italia sono previsti cinque importanti appuntamenti:

  1. Il primo evento ha avuto luogo a Napoli il 30 novembre 2012 alla presenza del Commissario Lazslo Andor, responsabile per l'occupazione, gli affari sociali e l'integrazione.
  2. Il secondo appuntamento, incentrato sul tema della protezione dei valori del modello sociale europeo e della sicurezza dei cittadini, avrà luogo a Torino il 21 febbraio 2013 alla presenza della Commissaria agli Affari interni Cecilia Malmstroem.
  3. La terza iniziativa si terrà a Roma sul tema dell'imprenditorialità.
  4. Sarà Pisa ad ospitare il quarto incontro dedicato all'uso sostenibile delle risorse, che si svolgerà alla presenza del Commissario responsabile per l'Ambiente Janez Potocnik.
  5. Infine, il 16 settembre 2013 si svolgerà a Trieste un grande evento finale con la vicepresidente Viviane Reding.