Analisi annuale della crescita 2013: le priorità a livello europeo

La Commissione europea ha adottato l’analisi annuale della crescita che definisce cinque priorità per aiutare gli Stati membri durante la crisi in attesa di un ritorno alla crescita

Il 28 novembre 2012 la Commissione europea ha adottato l’analisi annuale della crescita 2013 (Annual Growth Survey 2013), che definisce cinque priorità per aiutare gli Stati membri durante la crisi in attesa di un ritorno alla crescita.

L’analisi annuale della crescita illustra quelle che dovrebbero essere, secondo la Commissione, le priorità socioeconomiche globali per l’anno prossimo, fornisce agli Stati membri orientamenti strategici per promuovere la crescita e l’occupazione in linea con la strategia di crescita a lungo termine dell’UE (“Europa 2020”) e dà il via al semestre europeo, il calendario dell’UE per il coordinamento delle politiche economiche e di bilancio, nel cui ambito le politiche nazionali vengono esaminate collettivamente e approvate a livello di UE per garantire che gli Stati membri procedano nella stessa direzione. L’analisi annuale della crescita riguarda l’intera UE, ma sarà tradotta in raccomandazioni specifiche per paese in una fase successiva del semestre.

Il principale messaggio trasmesso dall’analisi di quest’anno, è che occorre portare avanti le riforme per promuovere una crescita e un’occupazione sostenibili. Per questo motivo la Commissione ritiene ancora valide le cinque priorità individuate nell’analisi dell’anno scorso: portare avanti un risanamento di bilancio differenziato e favorevole alla crescita, ripristinare la normale erogazione di prestiti all’economia, promuovere la crescita e la competitività attuali e future, lottare contro la disoccupazione e le conseguenze sociali della crisi e modernizzare la pubblica amministrazione.

Per approfondimenti: EUROPA - Rapid