Agenda digitale europea. Pubblicato il quadro di valutazione sui progressi compiuti

La Commissione europea presenta un bilancio generale del primo anno di attuazione dell’Agenda digitale.

Ad un anno dall'avvio dell'Agenda digitale europea, la Commissione europea ha pubblicato un quadro di valutazione (Digital Agenda Scoreboard 2011) che illustra i progressi compiuti dall’UE e dagli Stati membri nella realizzazione degli obiettivi contenuti nell’Agenda digitale europea.

Il bilancio generale del primo anno di attuazione dell’Agenda digitale è positivo, in particolare per quanto riguarda l’uso di internet (65% della popolazione dell’UE). Ma in certi settori i progressi sono deludenti, soprattutto nella diffusione delle nuove reti superveloci a banda larga, mentre si registrano progressi nel potenziamento delle reti esistenti in rame e su cavo.

Con riferimento ai 13 obiettivi di prestazione fondamentali si osservano:

  • progressi buoni nell’uso regolare di internet, acquisti in linea, servizi di amministrazione in linea e illuminazione a basso consumo energetico,
  • progressi medi nella disponibilità e nell’effettivo uso della banda larga;
  • progressi insufficienti nell’e-commerce transnazionale, nella presenza in linea delle piccole e medie imprese (PMI), nei prezzi del roaming e nella ricerca pubblica.

La Commissione europea ha reso disponibili on line le proprie raccolte di dati e le statistiche (open data sets), permettendo a chiunque di analizzarle, scaricarle e di trarne conclusioni.

Le implicazioni del quadro di valutazione saranno discusse a Bruxelles il 16 e 17 giugno 2011 nel corso dell’Assemblea dell’Agenda digitale.

Fonte: Europa - Rapid